Continua il successo di VioleperEnza

Viole per Enza / MIperDO

Dopo gli spettacoli a Monza e Milano, le nuove date

Lo spettacolo narra il coraggio di 7 donne che si sono battute per importanti cause. Donne che sono stati capaci di cambiare il corso della storia.

Tutte le rappresentazioni

Viole per Enza locandina date 2013

Viole per Enza locandina date 2013 – Clicca per ingrandire

Pietra Ligure 6 Marzo 2014 – Teatro Comunale
Albenga 1 Febbraio 2014 – Teatro Ambra
Genova 28 novembre 2013 – Teatro Modena
Monza 27 novembre 2013 – Teatro Binario 7
Milano 25 novembre 2013 – Conferenza Internazionale – Palazzo Reale
Milano 22 novembre 2013 – Palazzo Marino Sala Alesssi
Milano 23 ottobre 2013 – Auditorium Università degli Studi Milano- Bicocca
Finalborgo (SV) 7 settembre 2013 – Auditorium Santa Caterina
Milano 8 Giugno 2013 – Umanitaria Chiostro dei Glicini – Festival della Letteratura di Milano
Monza 8 Marzo 2013 – Teatrino di Corte della Villa Reale

Donne che non hanno avuto paura e che hanno urlato il loro no sacrificando le cose più preziose: la libertà e spesso la loro stessa vita. Il racconto della loro storia avrà lo scopo di riportare lo spettatore ad un assoluto realismo, dirompente, dei fatti che hanno coinvolto e coinvolgono nella loro specificità le protagoniste.

La sfida di questo spettacolo mira a gettare luce sugli avvenimenti e sulle cause che li hanno determinati affinché il tempo non cancelli il loro coraggio e il loro martirio.

Enza vuole essere la donna simbolo che possa rappresentarle tutte. Donne come Isoke Aikpitanyi, la ragazza nigeriana di Benin City che, dopo essere riuscita a liberarsi dalla schiavitù della prostituzione impostale dall’alleanza tra mafia nigeriana e criminalità italiana, è diventata la paladina delle donne vittime della tratta. Donne come la giornalista russa Anna Politkovskaja che durante la sua attività professionale non ha mai smesso di denunciare i crimini russi della guerra in Cecenia.

Salgo, salgo in cima alla collina – non arriverete là sulla mia torre – là sulla linea dell’orizzonte per urlare tutta la bellezza e l’infinita misericordia. Non c’è morte non c’è esistenza, c’è solo la mia essenza, chiara, lucente senza paura, là e qui dove ancora e sempre il mio nome insieme al tuo nome scritto nella sabbia intreccerà altri nomi, altre storie, altre eternità.
Avanzerai e scolpite le tue orme all’onda senza potere. Il tuo nome Enza, leggeremo il tuo nome.

Chiara Gelmetti

Con VIOLEperENZA vogliamo ridare vita alla storia di ognuna di loro perché è soltanto attraverso la conoscenza che si potrà sperare in un possibile cambiamento.


Condividi Zeroconfini
Facebookmail
Pubblicato in Progetti con tag .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.