Zeroconfini Onlus promuove lo spettacolo RIDERE PER EVADERE

RIDERE PER EVADERE Locandina - Clicca per PDF

RIDERE PER EVADERE Locandina – Clicca per PDF

Natale 2017: RIDERE PER EVADERE

venerdì 15 dicembre carcere Sanquirico di Monza.
con BRUCEKETTA, EUGENIO CHIOCCHI, ALESSANDRA IERSE, MICHELE CESARIO, MARCO DI BIASE, ANNA MARIA CHIARITO, MAGO ETABETA, NADIA PUMA, MARY SARNATARO.


I giorni più brutti? Quelli di festa

I giorni più brutti in galera sono i giorni di festa. Almeno questo è ciò che penso io, poiché alcuni miei compagni di detenzione sostengono invece che i più brutti sono le calde giornate di sole. Tuttavia la ragione è sempre la stessa: sto male quando mi accorgo che mi sto perdendo delle giornate e dei momenti particolarmente belli. Non ha importanza se sia la festa di Natale, quella di Pasqua oppure un bel pomeriggio d’estate che avrei potuto passare al mare con la mia compagna. Quello che mi distrugge è la certezza che quella lì è una giornata diversa, importante, particolare, e io non la posso godere. Alla frustrazione di essere chiuso in una cella si aggiunge il dolore causato dal non poter essere vicino ai miei cari, in una serata di festa per stare con loro e permettergli di festeggiare con me.

Il postino continua a portare sacchi di posta per i detenuti, e anche io, durante le feste di Natale, ricevo tutta la posta che non ricevo durante l’anno. Si ricordano di scrivermi parenti, cugini, amici e persone delle quali avevo persino dimenticato l’esistenza. Almeno mi consola il fatto che nei giorni di festa anche loro mi dedicano un pensiero, e mi sono vicini, anche se giusto il tempo di leggere gli auguri e immaginare le loro facce sorridenti. Subito dopo ritorno però inesorabilmente con i piedi sul pavimento della mia cella.

Anche quest’anno io farò festa con i miei compagni di detenzione, e come al solito dedicheremo un brindisi alle nostre famiglie. Si brinda per tutta la felicità che quest’anno ha portato nelle loro case – cugini laureati, cugine sposate, altri nipotini che non si conoscono. Poi, io prenderò carta e penna e scriverò le mie emozioni per dire ai miei genitori che durante tutte le feste sono stato con il mio cuore vicino a loro, e che non faccio altro che pensarli, e che gli voglio tanto bene.

Poi tirerò fuori le lettere che ho ricevuto, perché immancabilmente i miei mi scriveranno quel giorno, e le rileggerò fino ad addormentarmi, con la consapevolezza che loro sono là ad aspettarmi, e la speranza che forse il prossimo Natale lo trascorrerò con loro. Passerà in questo modo il giorno più brutto di galera.

Mattino di Padova, rubrica Lettere dal carcere, 27 dicembre 2006

Ringrazio tutti i comici che hanno aderito a questa iniziativa per essere vicini ai detenuti del carcere Sanquirico di Monza perché per loro “ i giorni più brutti in galera sono i giorni di festa”.

La solidarietà è un valore. GRAZIE.
Antonetta Carrabs Presidente Zeroconfini Onlus


Condividi Zeroconfini
Facebookgoogle_plusmail
Pubblicato in Progetti con tag , .